• Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi

    Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi

    I maestri del Novecento italiano

  • Esposizione

 

MUSEO D'ARTE MODERNA MARIO RIMOLDI

Il Museo è stato inaugurato nel 1974 a seguito della donazione pervenuta alle Regole d'Ampezzo da parte di Rosa Braun, vedova di Mario Rimoldi, collezionista di Cortina d'Ampezzo.

Artisti come de Pisis, De Chirico, Sironi, Campigli e Music, frequentatori della conca ampezzana, instaurano con il collezionista una fruttuosa amicizia.
Nel 1941, quando si apre a Cortina la prima Mostra Internazionale del Collezionista, la collezione di Mario Rimoldi è già delineata: spiccano gli splendidi de Pisis, i Morandi, i Semeghini, i Rosai, i Campigli, i Sironi, il Garbari, il Severini, il Tosi e il Guidi.
Nel dopoguerra entrano nella collezione le opere sperimentali di artisti già rappresentati con quadri figurativi. Il collezionista s'interessa ad artisti legati al filone figurativo e all'ambiente veneto, come Cadorin, Cesetti, Saetti, Tomea e Depero, con aperture anche verso nuovi movimenti che si vanno formando fuori dal Veneto. La collezione si arricchisce de La Zolfara di Guttuso e di opere dei protagonisti della nuova sperimentazione, come Corpora, Crippa, Dova, Morlotti, Music, Santomaso, Vedova. Scopre anche artisti stranieri, come Kokoschka, Leger, Villon, Zadkine, e si accosta ai protagonisti delle neoavanguardie, agli astratti degli anni Cinquanta.

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dichiarato la collezione di interesse culturale per essere l'esito di un'attività collezionistica sviluppatasi in un cinquennio e tale da costituire uno degli insiemi più significativi in Italia per l'arte del XX secolo; per la presenza di alcuni capolavori di autori come Savinio, Garbari, Depero, Guttuso e di alcuni consistenti nuclei che risultano imprescindibili per lo studio di de Pisis, Sironi, De Chirico, Semeghini, Tomea, Tosi, Campigli.

Nell'esposizione permanente spiccano la Chiesa di Cortina e il Soldatino francese di de Pisis, le Bagnanti di Carena, lo Squero di San Travaso di Semeghini, la Zolfara di Guttuso, il San Sebastiano di Garbari, l'Ile des charmes di Savinio e il Concerto di Campigli.

La Collezione Mario Rimoldi

La storia della collezione Rimoldi è un percorso affascinante

Leggi

I Fronti dell'inutile strage

La Grande Guerra da Sarajevo alla Bainsizza, da Caporetto a Vittorio Veneto

conferenza

LA GRANDE GUERRA E LA CARTA

La mostra è una rappresentazione dell’evento bellico visto attraverso gli occhi di cronisti, scrittori e uomini di cultura, che furono costretti a piegare la loro arte alle esigenze militari.

Leggi i dettagli

Catalogo Online

Puoi vedere tutte le opere del museo consultando il nostro Catalogo online

Sfoglia la Collezione

INFO

Il Museo è ospitato nel palazzo denominato Ciasa de ra Regoles. L'edificio è situato in pieno centro a Cortina d'Ampezzo, lungo il famoso Corso Italia nei pressi della Chiesa Parrocchiale.


Il modo più comodo per raggiungerci è a piedi, lasciando l'auto in uno dei tanti parcheggi situati attorno al centro pedonale.
Dalla stazione delle autocorriere sono 5 minuti a piedi; percorrendo la Via Stazione e il Largo Poste, si arriva direttamente all'isola pedonale di Corso Italia.

Orari

Museo chiuso. Riapertura a dicembre 2018.

 

 

Contatti

Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi

C.so Italia, 69

I-32043 Cortina d'Ampezzo

T. +39 0436 866222 / 0436 2206

museo@regole.it

Prezzi

Biglietto comulativo per i tre musei delle Regole d'Ampezzo: € 10,00 intero; € 8,00 ridotto; € 15,00 famiglia
Biglietto solo Museo d'Arte Moderna: € 8,00 intero; € 5,00 ridotto
 

RIDUZIONE: over 65; dai 10 ai 18 anni; studenti con tesserino; residenti; soci Touring Club Italiano; soci CAI; gruppi (minimo 15 persone); insegnanti; associati MAMBo - Museo d'Arte Moderna di Bologna; FAI - Fondo Ambiente Italiano

GRATUITA': fino a 10 anni; regolieri; grandi invalidi con accompagnatore; Amici dei Musei delle Regole d'Ampezzo; giornalisti tesserati; possessori CARTA GIOVANI del Comune di Cortina; soci CAI Cortina; associati: MART - Casa d'Arte Futurista Depero - Casa Morandi e Museo per la Memoria di Ustica - Fondazione Peggy Guggenheim Venezia - Pordenone Arte Contemporanea - Fondazione Querini Stampalia

Il biglietto cumulativo è valido per 7 giorni dall'emissione.