• Un cammino nel tempo alla ricerca di paesaggi scomparsi

    Un cammino nel tempo alla ricerca di paesaggi scomparsi

 

Museo Paleontologico Rinaldo Zardini

Il Museo Paleontologico "Rinaldo Zardini" è stato inaugurato nell'agosto del 1975.
Nelle sue vetrine sono racchiusi milioni di anni di storia della vita sulla terra. Una storia che si può immaginare vagando con occhio attento tra le mille forme di creature marine che, pietrificate dal tempo, testimoniano l'evoluzione geologica e morfologica di questo territorio.

Si tratta di una delle più consistenti collezioni di fossili oggi esistenti: gusci di invertebrati marini, coralli, spugne, fossili d'innumerevoli animali. Il fine limo calcareo che li ha coperti ha permesso che non venissero influenzati da fattori esterni: alcuni hanno conservato addirittura la loro struttura chimica originaria.
Gli esemplari, raccolti dal ricercatore ampezzano in tutta l'area delle Dolomiti che circondano Cortina, sono stati poi da lui meticolosamente catalogati. Di ognuno è stata indicata la denominazione, il luogo di ritrovamento e i dati del ricercatore.

L'interesse per la collezione si è accresciuto sempre più e studiosi di tutto il mondo hanno visitato il museo che, nato dalla passione di un dilettante geniale, ha spronato la curiosità di molti.
Nel corso degli anni, infatti, la raccolta si è arricchita per merito di altri appassionati, che hanno portato alla luce nuovi e assai preziosi esemplari di fossili, anche vegetali. Questi interessantissimi ritrovamenti tengono ancora aperta la strada della conoscenza scientifica.
Il museo paleontologico, sempre più completo, risulta così un'entità viva e in continua evoluzione.

Rinaldo Zardini

Nato a Cortina il 22 dicembre 1902, compie gli studi ginnasiali a Zurigo (1914 – 1920) dove apprende le prime nozioni di scienze naturali, le lingue francese, inglese, tedesca e il pianoforte al conservatorio. Nel 1920 torna a Cortina ...

Continua

La storia geologica delle Dolomiti

Le montagne dolomitiche che circondano Cortina, paesaggio unico al mondo, sono il risultato dell'innalzamento e del corrugamento di enormi complessi rocciosi, provocati da potentissimi movimenti tettonici.

Per saperne di più

Visita guidata ogni giovedì

Un'occasione imperdibile per conoscere il museo, che vanta una collezione di invertebrati marini unica al mondo. Ogni giovedì alle 17.30 è prevista una visita guidata offerta con il biglietto d'ingresso. La visita è adatta anche i più piccoli.

INFO

Il Museo si trova presso il Centro Culturale Alexander Girardi Hall, in via Marangoi 1 - loc. Pontechiesa a Cortina d'Ampezzo.

Orari

Il Museo è momentaneamente chiuso per lavori di manutenzione. Riaprirà il 18 dicembre.

Dal martedì al venerdì: 15.00-19.00

sabato e domenica: 10.30-12.30 e 15.00-19.00

Chiuso il lunedì

 

Periodo Natalizio (dal 22 dicembre al 6 gennaio)

Tutti i giorni 10.30-12.30 e 15.00-19.00.

Chiuso il 25 dicembre e il 1 gennaio mattina

 

Contatti

Tel. +39 0436 875502 / 0436 2206

museo@regole.it

Prezzi

Ingresso Musei Paleontologico ed Etnografico e : € 7,00 intero; € 5,00 ridotto
Ingresso famiglia Musei Paleontologico ed Etnografico: € 15,00

RIDUZIONE: over 65; dai 10 ai 18 anni; studenti con tesserino; residenti; soci Touring Club Italiano; soci CAI; gruppi (minimo 15 persone); insegnanti; associati MAMBo - Museo d'Arte Moderna di Bologna; FAI - Fondo Ambiente Italiano

GRATUITA': fino a 10 anni; regolieri; grandi invalidi con accompagnatore; Amici dei Musei delle Regole d'Ampezzo; giornalisti tesserati; possessori CARTA GIOVANI del Comune di Cortina; soci CAI Cortina; associati: MART - Casa d'Arte Futurista Depero - Casa Morandi e Museo per la Memoria di Ustica - Fondazione Peggy Guggenheim Venezia - Pordenone Arte Contemporanea - Fondazione Querini Stampalia