Il fieno

In montagna la breve stagione vegetativa ha da sempre influenzato lo svolgimento annuale delle attività contadine. Il ritmo del lavoro quotidiano è pacato in inverno, in crescendo durante la primavera, incessante in estate e di nuovo più lento in autunno.
Durante i mesi estivi tutta la famiglia era impegnata nella fienagione.

I pascoli delle varie Regole e i prati privati e collettivi hanno garantito una produzione di foraggio sufficiente a nutrire quasi duemila bovini e più di tremila ovini e hanno permesso di immagazzinare una congrua quantità di fieno per i lunghi mesi invernali.

La maggior parte dei terreni di fondovalle era destinata alla coltivazione; per questo motivo molte famiglie prendevano in affitto prati di proprietà delle singole Regole.

codéi

bossolo porta cote

Categoria: Fienagione

Donatore: Zardini Otto

zénta col ciònco

fune con uncino in legno per legare il carico

Categoria: Fienagione

Donatore: N.C.