logo museo Rimoldi logo museo Paleontologico logo museo Etnografico
logo musei
versione inglese

Le Regole d'Ampezzo, le proprietà collettive di Cortina d'Ampezzo, oltre alla secolare gestione del patrimonio naturale di boschi e pascoli, svolgo un'attività culturale finalizzata alla valorizzazione e alla tutela dei beni storici e artistici della comunità ampezzana.

Tre sono le realtà museali delle Regole d'Ampezzo: il Museo Paleontologico Rinaldo Zardini, dedicato ai fossili delle Dolomiti; il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi con una delle più importanti collezioni del Novecento Italiano e il Museo Etnografico Regole d'Ampezzo, che illustra attraverso oggetti e immagini la tradizione silvo-pastorale della comunità regoliera.

Museo d'Arte Moderna "Mario Rimoldi"
riga
INFO

 

Museo Paleontologico "Rinaldo Zardini"
riga
INFO

 

Museo Etnografico "Regole d'Ampezzo"
riga
INFO

 

Le Regole d'Ampezzo attraverso l'attività educativa, le pubblicazioni e la collaborazione con altre istituzioni museali e culturali, promuovono e divulgano il ricco patrimonio museale.

Membership Card
riga

 

Attività didattica
riga

 

Pubblicazioni
riga

 

News
riga

 

Newsletter
riga

 

logo Piattaforma MQuadroPiattaforma multimediale MQUADRO

La mostra La Grande Guerra e la carta. Stampa, narrazione e arte in Europa. 1914-1919 è una rappresentazione dell’evento bellico visto attraverso gli occhi di cronisti, scrittori e uomini di cultura, che furono costretti a piegare la loro arte alle esigenze militari.

La mostra si snoda sui tre piani del Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi.
Prologo alla mostra, a piano terra, la nutrita testimonianza fotografica promossa dal Consiglio Regionale del Veneto Il Fronte Veneto della Grande Guerra. Cento Anni Cento immagini. Secondo un percorso cronologico, che si snoda tra l’Altopiano di Asiago e il Pasubio, le Dolomiti e il Piave, il Montello e il Grappa, sono esposte immagini provenienti dai Musei di Vicenza e di Sedico.
Al primo piano La Grande Guerra e la carta. Stampa, narrazione e arte in Europa. 1914-1919. Cartoline postali, vignette satiriche, giornali di trincea, riviste, quotidiani, dipinti e testimonianze di vario genere presentano aspetti della guerra quali l’interventismo e i timori, l’entrata in guerra, la censura e la propaganda, la disillusione, il dissenso, gli affetti, la satira, la sofferenza, il paesaggio, la spiritualità. Spiccano i diversi stili di disegnatori, caricaturisti politici, artisti e scrittori.
Al secondo piano, le opere del Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi con autori riconducibili all’evento bellico.

L’inaugurazione si svolgerà giovedì 12 luglio, alle ore 18.00, in collaborazione con la rassegna “Una Montagna di Libri”. Saranno presenti lo storico militare Marco Mondini, autore di “Il capo. La grande guerra del generale Luigi Cadorna” e il giornalista Francesco Jori, autore di “Caporetto. La grande battaglia”.

La mostra rimarrà aperta fino alla prima settimana di ottobre per consentire agli insegnanti, alla riapertura delle scuole, di accompagnare i ragazzi a visitarla.
La realizzazione della mostra La Grande Guerra e la carta. Stampa, narrazione e arte in Europa. 1914-1919 è stata possibile anche grazie al sostegno dell’Amministrazione Comunale di Cortina d’Ampezzo e di vari enti privati.

Orario apertura: 10.30 – 12.30 * 16.00 – 20.00. Chiuso il lunedì salvo nel mese di Agosto.

Il Museo Etnografico propone all’interno dei suoi spazi espositivi la mostra temporanea ANPEZO IN MUSICA. Le note della conca risuonano attraverso strumenti, personalità e istituzioni, dedicata agli strumenti musicali antichi realizzati o utilizzati nei secoli scorsi a Cortina d’Ampezzo.
I tre piani del museo offrono a chi li visita una selezione di opere finemente lavorate da artigiani locali i quali hanno utilizzato la loro maestria per dare vita a strumenti che hanno allietato i momenti più festosi della conca. Si possono ammirare i violini costruiti da Angelo Soravia, Giuseppe Menardi e Rinaldo Colle, alcuni con intarsi in tar-kashi, e scoprire le diverse fasi della loro realizzazione grazie a campioni, sagome e scalpelli del mestiere oppure sentire attraverso il diapason il suono prodotto da una tavola armonica ricavata da un abete del territorio. Così come si possono vedere diversi tipi di mandolino, da quelli più semplici a quelli

QUADRI MUSICALI

Pubblicazioni delle Regole d'Ampezzo disponibili su ISSUU

logo news

VISITA AL MUSEO...

Ogni martedì alle 17.30 si svolge una visita dedicata al Museo Etnografico e alla mostra temporanea Anpezo in musica. Le note della conca risuonano attraverso strumenti, personalità

VISITA AL MUSEO...

Ogni giovedì alle 17.30 è prevista una visita alla scoperta del Museo Paleontologico Rinaldo Zardini, che vanta una collezione di invertebrati marini unica al mondo.
La visita è

ORARIO DI APERTURA

Il Museo d'Arte Moderna è aperto dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00.
Lunedì chiuso.

Regole d'Ampezzo - Via Mons. P. Frenademez, 1 - I-32043 Cortina d'Ampezzo - Codice fiscale e partita IVA 00065330250 - Privacy Policy