logo museo Rimoldi logo museo Paleontologico logo museo Etnografico
logo musei
versione inglese

Le Regole d'Ampezzo, le proprietà collettive di Cortina d'Ampezzo, oltre alla secolare gestione del patrimonio naturale di boschi e pascoli, svolgo un'attività culturale finalizzata alla valorizzazione e alla tutela dei beni storici e artistici della comunità ampezzana.

Tre sono le realtà museali delle Regole d'Ampezzo: il Museo Paleontologico Rinaldo Zardini, dedicato ai fossili delle Dolomiti; il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi con una delle più importanti collezioni del Novecento Italiano e il Museo Etnografico Regole d'Ampezzo, che illustra attraverso oggetti e immagini la tradizione silvo-pastorale della comunità regoliera.

Museo d'Arte Moderna "Mario Rimoldi"
riga
INFO

 

Museo Paleontologico "Rinaldo Zardini"
riga
INFO

 

Museo Etnografico "Regole d'Ampezzo"
riga
INFO

 

Le Regole d'Ampezzo attraverso l'attività educativa, le pubblicazioni e la collaborazione con altre istituzioni museali e culturali, promuovono e divulgano il ricco patrimonio museale.

Membership Card
riga

 

Attività didattica
riga

 

Pubblicazioni
riga

 

News
riga

 

Newsletter
riga

 

logo Piattaforma MQuadroPiattaforma multimediale MQUADRO

Il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo e i Musei delle Regole d’Ampezzo, al fine d’incentivare l’osservazione e la conoscenza della splendida natura che ci circonda e la realizzazione di disegni in bianco e nero che l’abbiano a soggetto, ha istituito la scorsa primavera il concorso “L’occhio, la natura e la matita”. Per il 2016 è stato dunque scelto il tema: La flora delle Dolomiti.
La proposta è stata rivolta agli studenti degli istituti scolastici di Cortina d’Ampezzo e della Valle del Boite di età compresa fra gli 11 e i 19 anni, e ai ragazzi della medesima età residenti a Cortina d’Ampezzo e non frequentanti gli istituti scolastici.
I ragazzi sono stati invitati a lavorare traendo libero spunto da alcune proposte delle Regole connesse al bando: fotografie di piante e fiori, opere pittoriche di autori noti, passeggiate sul territorio in compagnia di un esperto botanico.
I partecipanti hanno avuto la possibilità di concorrere con un numero massimo di due disegni ciascuno, eseguiti in bianco e nero, a matita, a china o con altra tecnica in chiaroscuro o monocromatica, eseguiti su fogli di formato A3 o A4, forniti dalle Regole.
Dopo il 7 novembre 2016, data ultima per la consegna dei lavori, un’apposita commissione, istituita dalle Regole e formata da Paolo Barozzi, Irene Pompanin, Emilio Bassanin, Marta Farina, Gianni Segurini, Mariangela Mattia, Giancamillo Custoza, e presieduta da Guerrino Ghedina come rappresentate della Giunta Regoliera, ha visionato e valutato i 61 disegni pervenuti.
Con il prezioso contributo delle studentesse del Liceo Artistico Elsa Dimai, Martina Roncat ed Elisa Toscani, è stata poi realizzata l’esposizione di tutte le opere partecipanti al concorso, in un spazio espressamente ad esse dedicato, presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi.
Tra gli splendidi Carrà, Depero, Guttuso, Martini, Marini, Morandi, Music, Rosai, Savinio, Severini, Soffici, Tomea, de Pisis… che, come ha dichiarato il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, fanno di questa collezione uno degli insiemi più significativi in Italia per l'arte del XX secolo, i ragazzi potranno così ritrovare i loro nomi. Vista la qualità e l’originalità dei lavori presentati, la Giunta delle Regole d’Ampezzo ha infatti deciso di lasciarli esposti per l’intera stagione invernale 2016-2017.

Visto il sempre positivo riscontro dell’iniziativa, le Regole d’Ampezzo propongono un nuovo corso di disegno. Maestri, gli artisti Paolo Barozzi e Gianni Segurini.

Primo appuntamento “en plein air”: domenica 25 settembre a Fedarola. Ritrovo presso la Casa delle Regole alle ore 9.00.

Gli altri incontri si svolgeranno presso la sala espositiva delle Regole, alle ore 20.30, nelle seguenti giornate: 27 e 30 settembre; 4 e 7 ottobre.

Le iscrizioni al corso si effettuano presso gli uffici delle Regole entro le ore 12.00 di venerdì 23 settembre (0436-2206).

Costo d’iscrizione: 20,00 euro – per gli studenti il costo è di 10,00 euro.

QUADRI MUSICALI

Pubblicazioni delle Regole d'Ampezzo disponibili su ISSUU

logo news

AMPEZZO E LE SUE STORIE
Tradizione, cultura, alpinismo e sport

La mostra, allestita dalla Sezione Azzurri di Cortina, è dedicata alla storia dello sport di Cortina dalla fine dell'800, alle Olimpiadi invernali del 1956, fino ai giorni nostri.
Sui tre piani

Paysage
La pittura di paesaggio e il collezionismo di Mario Rimoldi

Tradizionalmente, almeno nell’ambito della storia dell’arte occidentale, l’antico binomio arte-natura, qui opportunamente declinato nella stringente relazione tra natura naturalis e natura artif

ADDIO A RENATO BALSAMO
Direttore del Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi fino al 2010

Si è spento a Sorrento il professor Renato Balsamo, direttore del museo Rimoldi dalla sua realizzazione fino al 2010.

Renato Balsamo nasce a Napoli nel 1937 da genitori sorrentini. Inizia

Regole d'Ampezzo - Via Mons. P. Frenademez, 1 - I-32043 Cortina d'Ampezzo - Codice fiscale e partita IVA 00065330250