logo Rimoldi

News del Museo "Mario Rimoldi"
riga

Le rive dei corsi d'acqua

Corso di disegno matita e penna - primavera 2017

Visto il sempre positivo riscontro dell'iniziativa, le Regole d'Ampezzo propongono un nuovo corso di disegno. Maestri, gli artisti Paolo Barozzi e Gianni Segurini.

Gli incontri si svolgeran

riga

SECONDA EDIZIONE CONCORSO DI DISEGNO
L’OCCHIO, LA NATURA E LA MATITA
Tema 2017: “Gli alberi delle Dolomiti”

La presente proposta si rivolge agli studenti degli istituti scolastici di Cortina d’Ampezzo e della Valle del Boite con età compresa fra gli 11 e i 19 anni, e ai ragazzi della medesima età reside

riga

Presentazione del libro
MISSIONE GRANDE BELLEZZA
Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi
Giovedì 2 marzo 2017 - ore 18

MISSIONE GRANDE BELLEZZA
Gli eroi e le eroine che salvarono i capolavori italiani saccheggiati da Napoleone e da Hitler
di
ALESSANDRO MARZO MAGNO
con Marisa Fumagalli

riga

Prorogata fino a domenica 5 marzo 2017 la mostra
LOTTO ARTEMISIA GUERCINO
LE STANZE SEGRETE DI VITTORIO SGARBI

Dipinti, disegni e sculture che rappresentano le principali “scuole” italiane dalla fine del Quattrocento alla fine dell’Ottocento. Un’ampia panoramica sulla natura e sulla funzione di dipinti

riga

CONCERTO FESTIVAL CIANI AL MUSEO

Torna a Cortina il Maestro Jeffrey Swann, Direttore artistico del Festival Dino Ciani dalla sua nascita, per uno straordinario concerto con musiche di Schubert, Liszt e Chopin.
Pagine meravigliose

riga

La mostra "Le Stanze segrete" e il museo d'arte Moderna Mario Rimoldi sono aperti anche la mattina sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30


riga

Premiazione della prima edizione del concorso
L’OCCHIO, LA NATURA E LA MATITA

La flora delle Dolomiti

Ragazzi dagli 11 ai 14 anni

1° premio Bernardi Natalie: per l’interpretazione dell’idea di flora e per la convincente gestione dello spazio.

2° premio Riccardo Cald

riga

Premiazione della prima edizione del concorso
L’OCCHIO, LA NATURA E LA MATITA
La flora delle Dolomiti

10 dicembre 2016, ore 18.00 – Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi Ciasa de ra Regoles

Il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo e i Musei delle Regole d’Ampezzo, al fine d’incentivare l’osservazione e la conoscenza della splendida natura che ci circonda e la realizzazione di d

riga

CONFERENZA
RICORDANDO FILIPPO DE PISIS (1896-1956)
12 luglio 2016 - ore 18.00, Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi

Per onorare la figura di Filippo de Pisis, a 120 anni dalla nascita e a 60 anni dalla morte, l’Associazione per Filippo de Pisis, in collaborazione con le Regole d’Ampezzo, propone un incontro per

riga

COMUNICAZIONE

Si comunica che i programmi culturali delle passate stagioni possono essere richiesti presso gli uffici delle Regole (museo@regole.it, 0436 2206)

riga

Presentazione del libro
MISSIONE GRANDE BELLEZZA
Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi
Giovedì 2 marzo 2017 - ore 18

foto

MISSIONE GRANDE BELLEZZA
Gli eroi e le eroine che salvarono i capolavori italiani saccheggiati da Napoleone e da Hitler
di
ALESSANDRO MARZO MAGNO
con Marisa Fumagalli

L’Italia è un enorme museo a cielo aperto: nelle sue città, fra le sue colline, lungo le sue spettacolari coste sono nati alcuni dei più grandi capolavori artistici della nostra civiltà. Ma sono tante le opere create in Italia che hanno vissuto destini travagliati: rubate in guerra, a volte restituite a volte no, spesso perdute. Non c'è da stupirsi quindi che i più temuti personaggi della storia, da Napoleone fino a Hitler, abbiano preso di mira lo stivale d’Europa e i suoi tesori.

Ma in loro difesa si sono battuti eroi, spesso sconosciuti, che hanno rischiato la vita per riportare in patria parte del bottino, e di cui oggi Alessandro Marzo Magno ricostruisce le gesta: Antonio Canova in missione a Parigi per conto del papa, l’ambiguo Rodolfo Siviero, agente segreto dall’oscuro passato, che ha dedicato tutta la vita al recupero delle opera trafugate dai nazisti. E poi ancora le Monuments Women italiane: Palma Bucarelli a Roma, Noemi Gabrielli a Torino e Genova, Fernanda Wittgens a Milano. Quasi come in un thriller, grazie alla capacità dell’autore di farci leggere il passato come una straordinaria avventura del presente, rivivono le storie coraggiose di quelle donne e di quegli uomini che hanno recuperato e messo in salvo la bellezza del nostro paese.